Menu

Colon irritabile – Diagnosi e cura

Clicca qui per le domande e risposte su questo argomento

Cosa è il Colon Irritabile?

La Sindrome del Colon Irritabile, conosciuta anche colite spastica, intestino irritabile e colopatia distonica, è un disturbo funzionale dell’apparato gastro-intestinale molto frequente, caratterizzato da vari sintomi, non sempre associati tra di loro, che assumono un carattere ricorrente e cronico, con l’alternaza di periodi di apparente benessere a quelli di riacutizzazione della sintomatologia.

Quali sono i sintomi del Colon Irritabile?

I pazienti con Sindrome del Colon Irritabile lamentano dolore addominale, gonfiore (meteorismo), irregolarità delle evacuazioni ( stipsi e diarrea), e una alterazione della consistenza delle feci, che nella maggioranza dei casi diventa poltacea, semisolida.

Quali sono le cause del Colon Irritabile?

Le cause del Colon Irritabile non sono ancora ben chiarite e comunque una serie di fattori sono implicati nella rilevazione della sindrome.
L’ipersensibilità viscerale, lo stress e altri fattori psicosomatici, la dieta e alcuni cibi che favorirebbero una accelerazione della motilità intestinale sono le cause che, variamente associate, sono alla base dell’insorgenza della sindrome del Colon Irritabile.

Come si fa la diagnosi di Colon Irritabile? Quali esami sono da fare?

La diagnosi del colon irritabile è essenzialmente clinica e si basa su una corretta valutazione della storia clinica del paziente e sulla rilevanza dei sintomi.
La visita, nella maggioranza dei casi, mette in evidenza il dolore sul lato sinistro dell’addome (fossa iliaca) dove è possibile apprezzare un irrigidimento del colon (segno della “corda” colica), l’ipertimpanismo enteroicolico, dovuto alla distensione gassosa, l’aumento e l’irregolarità dei rumori peristaltici (borborigmi).
Il ricorso ad altri esami specialistici (ematochimici, colonscopia e radiologici) è soprattutto indicato per escludere la presenza di altre patologie specifiche (Colite ulcerosa, Morbo di Crhon).
Utile l’esame delle feci con lo studio delle caratteristiche chimiche, batteriologice e parassitologiche.

Come si cura il Colon Irritabile? Esiste una dieta da seguire? Quali farmaci utilizzare?

Il trattamento della Sindrome del colon irritabile è essenzialmente dietetico-comportamentale.
Il ricorso ai farmaci deve essere limitato agli stati acuti mentre è sempre consigliabile la somministrazione di sostanze fitoterapiche (fibre purificate, estratti di malva, finoccio, camomilla, centella, olio di menta, carbone vegetale, ecc.), che somministrati per lungo tempo, associati a fermenti lattici probiotici, alleviano i sintomi e tendono a ristabilire una normale motilità intestinale.
A questi semplici provvedimenti bisogna associare una dieta povera di scorie vegetali fermentanti, di latte e suoi derivati freschi, e degli altri alimenti che tendono ad accelerare il transito intestinale e a fermentare nel colon (determinando la distensione gassosa e gli spasmi dolorosi).
E’ opportuno comunque spiegare al paziente che la terapia del colon irritabile deve essere prolungata nel tempo e ripetuta, dopo un primo periodo, a cicli fino ad un ristabilimento (sperato) della normalità intestinale.

Il Colon Irritabile può essere causa di altri disturbi ano-rettali?

Il Colon particolarmente sensibile causa sovente una cronica irregolarità delle evacuazioni, di gravità variabile a seconda del periodo e dello stato psico-fisico del paziente.
Questa irregolarità intestinale può risultare in diarrea oppure stipsi, e spesso i due stati si intervallano, con periodi di feci semi-solide e periodi di feci troppo dure per il tipico assorbimento anomalo dei liquidi causato dalla costipazione.
Sia la diarrea che la stipsi provocano evacuazioni irritanti per il tratto ano-rettale: feci troppo dure causano un’aumento della pressione intraaddominale e lacerazioni della mucosa, mentre feci troppo molli o liquide, spesso acidificate, irritano le delicate pareti ano-rettali.
A lungo termine, ciò può portare all’insorgenza di patologie come emorroidi, ragadi e prolasso rettale: tutte complicazioni causate principalmente da prolungate e costanti variazioni della normalità intestinale e della pressione intraaddominale.
Non è quindi raro che i pazienti sofferenti della Sindrome del Colon Irritabile mai (o oppure non efficacemente) curata, sperimentino con il passare del tempo anche casi di prolasso emorroidale e ragadi peri-anali in percentuale statistica maggiore rispetto ai pazienti sani, non sofferenti di intestino irritabile.

Sospetti di soffrire di Colon Irritabile?

Se ritieni di soffrire di Colon Irritabile e ti riconosci nei sintomi descritti dalla letteratura scientifica, ricordati sempre di non iniziare mai terapie ‘fai da te’ e né ascoltare i consigli (non medici) di amici, parenti o conoscenti, o ancor peggio non reperire informazioni non verificate sull’Internet.
Il Colon Irritabile è una patologia seria, e come qualsiasi altra patologia deve essere curata e trattata da personale medico specializzato.
Se sospetti di soffrire di intestino irritabile, ricordati che i suoi sintomi possono essere comuni a quelli di tante altre patologie, quindi non prendere come assolute le informazioni sanitarie che leggi in giro.
Rivolgiti sempre ad un medico, e semmai richiedi una visita specialistica.
Non iniziare MAI trattamenti farmacologici (neanche con farmaci da banco senza obbligo di prescrizione)
, non iniziare diete arbitrarie e non eliminare tout-court gli alimenti: qualsiasi modifica invasiva alla tua dieta presa in arbitrio e senza parere medico potrebbe essere pericolosa per la tua salute.
Piuttosto, prenota una visita medica specialistica il prima possibile.

visita-nicastro


Ti serve aiuto su questo argomento?
Contatta il Dott. Nicastro tramite questo modulo

Manda una mail al Dott. Attilio Nicastro esponendo la tua problematica. Ti risponderemo entro 48 ore. Tutti i campi con il simbolo * sono obbligatori.