Menu

Domande e Risposte: Incontinenza Urinaria

Clicca qui per informazioni utili su questa patologia

Cerca tra le FAQ

Usa il form qui sotto per cercare una FAQ

in

gen.le dottore 5 anni fa in seguito al parto ho riportato una lacerazione di terzo grado complessa; da allora ho problemi di incontinenza urinaria e di emorroidi, volevo sapere se c\'c una corelazione tra i due fenomeni.

Cara Signora Ivana,
è noto che la patologia emorroidaria ha una maggiore frequenza in gravidanza e con il parto. Anche l’incontinenza urinaria è correlata al parto, soprattuto se complicato.

Salve,ho 43 anni ho fatto delle visite urologiche x problemi di perdita di urina (gocciolamento), dopo aver urinato normalmente la vescica nn si svuota bene. Mi hanno detto che potrebbe dipendere dalle emorroidi che a volte dopo la defecazione mi sanguinano che infiammerebbe la zona dello sfintere e della vescica perchè controllando la prostata sembra che sia tutto a posto. In attesa di una sua risposta cordiali saluti

Caro Signor Gaetano,
in molti casi la patologia anale influenza la sfera dell’apparato urinario basso provocando disturbi della minzione. L’incontinenza urinaria comunque non è descritta tra queste evenienze e questa potrebbe essere la conseguenza di altre patologie. Comunque nelle fasi acute della patologia emorroidaria è possibile che si manifestino delle prostatiti con aumento del volume della ghiandole e conseguente cattivo svuotamento della vescica. Una visita proctologica completata con una videoproctoscopia digitale potrebbe essere utile al fine di valutare la reale gravità della patologia emorroidaria e quindi prescrivere un adeguato percorso di terapia.
cari saluti

Ho 43 anni, non ho mai avuto problemi particolari. A novembre durante una defecazione ho effettuato uno sforzo intenso (era un momentaneo periodo di stipsi, non ne ho mai sofferto in forma continuata o ricorrente). Da subito ho avuto una perdita ematica dalla vagina, poche gocce. Sembrava finita lì ma a distanza di una decina di giorni ho avuto le mestruazioni e al termine delle stesse ho notato che ogni volta che defecavo tornavano le goccine di sange dalla vagina. Sono diventate fisse, però andando x tentativi ho scoperto che se mi sbilancio all'indietro sul wc e premo con una mano sulla pancia diventano solo un alone rosato. Da gennaio è iniziata l'incontinenza urinaria. Mai avuta. Trovo gli slip bagnati la mattina (pochissimo), da subito devo andare al bagno appena alzata da letto altrimenti rischio che ne esca un pochetto, così come più volte al giorno. Poche gocce x volta. Non prendo la pillola o altri medicinali. Svolgo attività lavorativa prevalentemente seduta, in passato mi piaceva correre, ora lo faccio molto meno. Vorrei sapere innanzitutto che significa il sangue e se c'è qualche rimedio x questa piccola incontinenza. Grazie

Cara Signora Paola,

per l’incontinenza urinaria sicuramente è possibile una terapia ma sarebbe necessario stabilire le cause di queste piccole perdite così come sarebbe importante trovare la causa delle perdite ematiche dalla vagina. Probabilmente lo sforzo effettuato durante quel l’episodio di stipsi ha potuto provocare delle lesioni della mucosa vaginale ma anche un deficit funzionale della muscolatura del pavimento pelvic, causa delle perdite di urina. Consulti uno specialista ginecologo per comprendere bene le cause delle perdite di sangue e se esistono problemi sul pavimento pelvico. Fatta la diagnosi è possibile stabilire un adeguato percorso di terapia.

Poni una Domanda

Usa il form qui sotto per porre una domanda


Il tuo nome


Il tuo cognome


Il tuo numero telefonico

Fill in your email address