Vuoi contattare il Dott. Attilio Nicastro?
Chiama il centralino unificato.

Proctologo a Roma e Milano
Vuoi prenotare una visita proctologica col Dott. Nicastro?
Fallo comodamente con MioDottore.it

Attilio Nicastro - MioDottore.it
Pericolo tossico! Leggi con estrema attenzione!
ATTENZIONE
La pagina che stai per leggere può contenere immagini mediche e diagnostiche di patologie e terapie, che potrebbero essere non adatte ad un pubblico particolarmente sensibile.

I condilomi anali

Proctologo cura della stipsi e delle emorroidi

Il virus del papilloma umano (PHV) è un parassita subdolo e particolarmente profittatore: ama e predilige colpire i soggetti dalle difese immunitarie basse, per via di cure farmacologiche, alto grado di stress oppure colpiti già da altre infezioni.
È lui che causa le verruche comuni, ed è sempre lui che causa l'insorgenza dei condilomi anali e genitali.
I condilomi purtroppo non sono solo un problema meramente estetico: sono un pericolo serio, poiché considerati lesioni pre-tumorali benigne che, in alcuni casi, possono degenerare nel cancro maligno.
Leggi questa pagina per sapere tutto sui condilomi anali: come si formano, che sintomi danno, come si possono curare.

Cosa sono

condilomi anali sono delle lesioni tumorali benigne, causate da virus del tipo Papillomavirus (PHV, Papilloma Human Virus).
Sono la risposta immunologica dell'organismo umano all'attacco del virus quando questi si dimostra particolarmente aggressivo e, facilitato spesso da un sistema immunitario debilitato, prolifera in maniera incontrollata.
La malattia colpisce quindi maggiormente i soggetti immunodepressi: la maggiore frequenza si registra nei pazienti affetti da immunodeficienza acquisita (AIDS), con percentuale variabile dal 60 sino all’80% dei casi.
I soggetti omosessuali ne sono maggiormente colpiti, ma non è infrequente riscontrarli tra gli eterosessuali, poichè la trasmissione del virus avviene per contatto diretto e spesso per via sessuale.
Per tale motivo, solitamente, la presenza dei condilomi impone il controllo clinico anche del partner sessuale del paziente.

Le cause

La causa dei condilomi anali è l'infezione da virus del papilloma umano che, avendo trovato un ambiente favorevole con un sistema immunitario deficitario, replica sé stesso in grandissima quantità e costringe le difese immunitarie del nostro organismo a tentare una difesa estrema 'confinando' il parassita negli strati più esterni del corpo, ossia l'epidermide.
Ciò causa le tipiche escrescenze a forma di 'cresta di gallo', ben note ai medici dermatologi, ginecologi, e proctologi.
Esistono una grande quantità di tipi di virus HPV (circa un centinaio) che, oltre ai condilomi, provocano anche le verruche comuni.
Alcuni di essi sono considerati oncologici, poiché (seppur raramente) possono causare lesioni che, a lungo andare, possono degenerare in un tumore maligno.
Altri tipi di HPV, invece, hanno un pericolo oncologico molto basso o quasi nullo.

Esistono due differenti tipi di trasformazione tumorale dei condilomi: nel caso dei condilomi giganti di Buske e Lowenstein, la trasformazione tumorale è presente sin dall’esordio della malattia e ne giustifica la rapida crescita; nei condilomi di piccole dimensioni la trasformazione tumorale avviene a seguito della presenza cronica della lesione che è predisposta alla degenerazione tumorale.
I virus del papilloma umano sono distinti in ceppi: quelli appartenenti ai ceppi 6 ed 11 presentano una bassa capacità di trasformazione maligna mentre i virus appartenenti ai ceppi 16 e 18 hanno una più marcata capacità di trasformarsi in tumore.

Il virus del papilloma umano è un tipico virus opportunista: predilige attaccare gli ospiti quando questi manifestano un'immunodepressione (sia transitoria che cronica), ed è per questo che, in non rari casi, l'infezione da PHV è riscontrabile in soggetti debilitati da una lunga cura antibiotica, dopo una chemioterapia o radioterapia, convalescenti dopo un intervento chirurgico, malnutriti, sotto forte stress psico-fisico oppure già infettati da virus HIV non trattato.

La sintomatologia

Nella maggioranza delle infezioni, in soggetti sani, non fumatori, il virus del papilloma umano si manifesta asintomatico.
Si calcola che una percentuale attorno al 70% di tutta la popolazione umana sia contagiata almeno una volta nella vita dal virus del PHV, ma solo una piccola quanità di essi presenta poi i sintomi delle lesioni condilomatose.
I condilomi hanno l'aspetto di escrescenze biancastrepeduncolate.
Possono interessare la regione perianale, il canale anale e frequentemente sono coinvolti anche gli organi genitali esterni.
La caratteristica principale di queste lesioni è la loro tendenza a diffondersi rapidamente e ad aumentare di dimensioni.

Come detto, i condilomi sono spesso asintomatici, cioè a parte la spiacevolezza estetica, non danno altri disturbi al paziente, ma in alcuni casi possono provocare intenso prurito, nonché spingere la mucosa dell'ano a produrre una quanitità maggiore di muco.
Ciò porta solitamente al verificarsi di una dermatite cronica, che soventemente è l'unico campanello d'allarme per il paziente affetto da condilomi nel canale anale, invisibili all'esterno.
Il colore e la forma delle lesioni condilomatose possono cambiare: l'aspetto più comune è quello di formazioni a cosidetta 'cresta di gallo', dal contorno frastagliato e dalla colorazione bruna, ma possono formarsi anche condilomi rosati o biancastri, piatti.

La diagnosi

La diagnosi dei condilomi è principalmente clinica, e perciò è necessaria una visita specialistica proctologica.
Per le lesioni presenti da molto tempo è necessario un preliminare studio istologico, atto a valutare la tipizzazione del virus ed il relativo rischio oncologico.
Per un dermatologo o un proctologo esperto, è relativamente semplice diagnosticare una condilomatosi: l'esame visivo, sia dell'ano che del canale anale sino alla giunzione con il retto, ne rileva la presenza.
Per l'esplorazione può essere usato il comune rettoscopio o, più efficacemente e modernamente, il Videoproctoscopio Digitale.
Nei pazienti affetti da condilomi anali potrebbe essere opportuno indagare sul loro stato immunologico e quindi prescrivere gli esami ematologici volti alla valutazione delle difese immunitarie del soggetto.

La terapia

Al momento, non esiste una terapia specifica per la cura dell'infezione da PHV.
Le infezioni dal virus del papilloma umano sono risolte spontaneamente dal sistema immunitario, anche se questo può richiedere, a seconda del livello delle difese immunitarie del paziente, più o meno tempo.
Sul livello di profilassi, esiste però un efficace e sicuro vaccino, in grado di dare immunità per tutta la vita una volta somministrato.
Il  trattamento dei condilomi prevede invece l’attuazione di differenti presidi terapeutici.
L’uso locale di agenti antitumorali quali la podofillina, l’uso della crioterapia con l’azoto liquido, le terapie immunostimolanti, la somministrazione di interferone vengono indicate nelle lesioni di piccole dimensioni e nel caso di recidive e nei pazienti immunodepressi.
Le lesioni diffuse e di maggiore dimensione devono essere asportate chirurgicamente, potendo utilizzare differenti tipi di bisturi (a lama fredda, elettrobisturi, ad energia laser).

Lo specialista

I condilomi anali sono una tipica patologia della pelle, pertanto sono oggetto di studio da parte della dermatologia e della proctologia.
Sebbene il medico dermatologo abbia, solitamente, una grande esperienza nel diagnosticare e trattare l'infezione, il chirurgo proctologo è il medico super specializzato nell'ano e nel canale anale, e che può, all'occorrenza, intervenire chirurgicamente per trattare le lesioni di grosse dimensioni.

Informazioni che non sapevi!

L'articolo che stai leggendo tratta di materie mediche e sanitarie.
Le informazioni in esso contenute sono state scritte da medici professionisti, ma non possono e non devono in alcun modo sostituire una visita medica specialistica.
Se ritieni di sperimentare la sintomatologia della patologia descritta in quest'articolo, non iniziare autonomamente terapie, ma parlane subito con il tuo medico di fiducia.
Non impressionarti, non spaventarti ma altresì non sottovalutare nessun sintomo: rivolgiti sempre ad un medico.

Proctologo a Roma | Lecce | Latina | Milano
Il Dott. Attilio Nicastro è un chirurgo Colon Proctologo da anni specializzato nella diagnosi, nel trattamento e nella cura delle patologie che affliggono il colon, il retto e l'ano.
In oltre trent'anni di professione, ha ideato e sviluppato nuovi protocolli per la terapia riabilitativa della stipsi cronica, nonché di tutte le patologie che interessano la delicata zona del pavimento pelvico.
Il suo interesse chirurgico primario è, da sempre, orientato verso la bassa invasività e il rispetto dei tessuti del retto e del canale anale, affinché il paziente sperimenti un decorso post-operatorio privo di dolore.
Il suo costante miglioramento della tecnica di emorroidectomia escissionale (l'antica Milligan-Morgan), gli ha permesso di perfezionarla a tal punto da permettere un decorso a basso o nullo dolore, garantendo quindi un'emorroidectomia risolutiva, serena e non traumatica per il paziente.
Nel 2008, con la sua equipe, il Dott. Nicastro ha sviluppato il primo Videoproctoscopio Digitale: un macchinario diagnostico non invasivo per l'esplorazione a video del retto e dell'ano, che ha cambiato il classico approccio della proctoscopia basato sull'uso del rettoscopio.
Il Dott. Attilio Nicastro è primario del Dipartimento di Colonproctologia dell'European Hospital di Roma ed opera, in convenzione col Servizio Sanitario Nazionale, come chirurgo esterno presso il Marrelli Hospital di Crotone.
Riceve nei suoi studi di Roma, Milano, Lecce, Latina e Amantea (CS).
Per maggiori informazioni su tutte le attività di studio e ricerca del dottor Attilio Nicastro, puoi visionare il suo sito web attilionicastro.it oppure collegarti alla sua pagina personale Facebook seguendo questo indirizzo.
Hai bisogno di una visita col Dott. Attilio Nicastro?
Chiama il centralino nazionale allo

Proctologo a Roma Milano Lecce Latina Calabria
Vuoi prenotare online?
È facile e veloce grazie a MioDottore.it

Attilio Nicastro - MioDottore.it
I pazienti del Dott. Attilio Nicastro dicono:
‟Un Dottore preparatissimo sempre al passo con i tempi, gentile educato, di un certo spessore professionale. Lo consiglio a tutti"
Daniele
‟Medico scrupoloso, eccellente, molto accurato, paziente, sempre disponibile. Mi ha aiutata moltissimo. Lo ringrazio con tutto il cuore"
Delia
‟Ottima esperienza. Non solo eccellente medico, ma soprattutto dotato di straordinaria umanità."
Alessandra
Parla al Dott. Attilio Nicastro.
È qui per aiutarti.
Chiedi un aiuto al Dott. Attilio Nicastro.
Compila il modulo, e si metterà subito in contatto con te.
Tutti i campi con * sono obbligatori.

Ho letto ed accetto la privacy policy*

Se il form ti da problemi d'invio, manda un'email a
info [at] attilionicastro.it