Vuoi contattare il Dott. Attilio Nicastro?
Chiama il centralino unificato.

Proctologo a Roma e Milano
Vuoi prenotare una visita proctologica col Dott. Nicastro?
Fallo comodamente con MioDottore.it

Attilio Nicastro - MioDottore.it
Pericolo tossico! Leggi con estrema attenzione!
ATTENZIONE
La pagina che stai per leggere può contenere immagini mediche e diagnostiche di patologie e terapie, che potrebbero essere non adatte ad un pubblico particolarmente sensibile.

Lo sbiancamento anale

Lo sbiancamento anale

Lo sbiancamento anale o 'anal bleaching', è un trattamento essenzialmente estetico, diventato popolare dopo che molte personalità del mondo della moda e del cinema hanno rilevato di esservisi sottoposte.
Originariamente richiesto negli ambienti del cinema erotico e pornografico e richiesto da molti attori per esigenze puramente estetiche, oggi questo tipo di trattamento è diventato una vera e propria moda, risultando sempre più richiesto da uomini e donne di tutte le età, nell’intento di vivere con più serenità la propria vita sessuale, acquisendo più autostima e fiducia in sé stessi.

L’ iperpigmentazione anale: quali sono le cause?

La regione perianale e genitale è una parte del corpo molto sensibile.
In particolare la cute anale ha uno spessore sottile, con molti capillari e vene (emorroidarie), e si presenta ricca di terminazioni nervose, che la rendono molto sensibile al tatto e alle stimolazioni erogene.

Con l’avanzare dell’età la cute perianale e genitale tende a iperpigmentarsi, cioè a scurire provocando un effetto di 'pelle macchiata'. L’iperpigmentazione anale può essere considerato quindi un fattore del tutto fisiologico e non patologico, ma è favorito da diversi fattori quali:

  • L’età
    Con l’avanzare degli anni tutta la nostra cute subisce profonde modificazioni, anche quella anale e genitale;
  • Gli ormoni
    I cambiamenti puberali, la gravidanza e alcune patologie, portano alla produzione di una maggiore produzione di melanina in alcune parti del corpo;
  • La depilazione e la rasatura dei peli della regione perianale
    Le sostanze chimiche utilizzate per tale pratica possono modificare la colorazione della pelle;
  • Le patologie metaboliche e l’obesità
    L’eccesso di insulina nel sangue potrebbe favorire la dermatosi e l’iperpigmentazione;
  • Il continuo attrito e strofinamento di indumenti aderenti
    Jeans attillati, pantacollant, tanga, ecc;
  • Fattori genetici
    Il nostro DNA determina anche la morfologia della cute e la produzione di melanina

L’iperpigmentazione della cute anale, pur non essendo una malattia o una condizione pericolosa per la nostra salute, può essere non accettata dal paziente, che può trasformarla in una condizione di disagio psicologico.
Qualora si decidesse di risolvere questo inestetismo, è opportuno consultare sempre un medico, meglio se specialista proctologo esperto in materia, per una valutazione seria e approfondita sulla scelta e attuazione della terapia estetica, ma soprattutto per escludere l’eventuale presenza di patologie anali benigne e maligne.

Chi può sottoporsi allo sbiancamento anale?

È necessario ribadire e sottolineare che lo sbiancamento anale è puramente un trattamento estetico, e non cura alcuna patologia.
Quindi non migliora lo stato di salute della persona se si eccettua, non minimizzandone l’importanza, la sfera psicologica.
Molte persone difatti vivono in uno stato di imbarazzo psico-fisico, causato dalla possibilità che la colorazione bruna della regione perianale possa essere visibile indossando alcuni indumenti intimi o costumi da bagno, o credendo che sia determinata da una condizione di minore o assenza di igiene.
Questa sensazione di disagio e di angoscia, inoltre, si riflette sulla vita sessuale e di coppia, compromettendo un vissuto erotico libero da imbarazzo e pregiudizi mentali.

In cosa consiste lo sbiancamento anale?

Per lo sbiancamento anale possono essere utilizzate varie tecniche, alcune in combinazione, che hanno lo scopo di eliminare la presenza di melanina nell’area trattata ed inibirne la produzione.
Le tecniche più utilizzate sono:

  • Il trattamento con il laser
    Possono essere utilizzati, da mani esperte, vari tipi di laser (CO2, Yang, Diodi).
    L’utilizzo del laser è quello che permette di ottenere i risultati ottimali, e la sua attuazione è ambulatoriale: non prevede alcun tipo di preparazione o dolore.
    Solo in particolari condizioni si consiglia l’applicazione di una crema anestetica 30 minuti prima del trattamento.
    La durata della seduta può variare dai 30 ai 60 minuti.
    Il trattamento laser non comporta rischi per la salute, ma potrebbero essere necessarie più sedute per avere risultati ottimali;
  • Applicazioni di creme 'sbiancanti'
    Questi trattamenti, molte volte attuati senza alcuna indicazione medica, sono da considerarsi 'pericolosi' in quanto molte creme (in commercio sul web) contengono sostanze, come l’idrochinone e il mercurio, potenzialmente pericolose per la salute umana e considerate cancerogene;
  • Il peeling
    Il peeling è indicato nella medicina estetica e attuato con vari componenti.
    Spesso è associato al trattamento laser per potenziarne l’effetto.
    Questa tecnica è spesso sconsigliata in quanto molto aggressiva per la cute perianale, provocando indesiderati effetti collaterali come ad esempio dermatiti (nello specifco, aniti);
  • Rimedi 'naturali'
    Spesso sono autoapplicazioni di succo di limone e altre sostanze, che hanno raggiunto la popolarità nel variegato universo dei social network.
    È importante sottolineare la pericolosità di queste pratiche e comportamenti che, anche se economici, sono di dubbia efficacia e possono comportare l’insorgenza di patologie anali o peggiorare quelle pre-esistenti

A chi rivolgersi per un trattamento di sbiancamento anale?

Una volta deciso di effettuare lo sbiancamento anale è necessario, anzi imperativo, rivolgersi a medici esperti e specializzati, per evitare di compromettere il vostro stato di salute e per garantirvi un risultato quanto più efficace.
Importante è precisare che è di fondamentale importanza una preliminare visita colonproctologica, completata con una Videoproctoscopia Digitale (o altro esame tradizionale endoscopico del canale anale), al fine di diagnosticare eventuali patologie del canale anale e della regione perianale.
La presenza di marische, di emorroidi marginali, di una ragade asintomatica, di orifizi fistolosi, di pliche cutanee eccedenti, di condilomi e di comedoni, cicatrici da pregressa chirurgia proctologica, prolassi mucosi ed emorroidari e di tante altre patologie che interessano questa parte del corpo, devono essere ben diagnosticate e valutate prima di intraprendere un percorso esclusivamente estetico.
Il proctologo esperto anche in tecniche laser è lo specialista di scelta, ma anche il medico o chirurgo estetico possono consigliarvi il trattamento ideale.

Informazioni che non sapevi!

L'articolo che stai leggendo tratta di materie mediche e sanitarie.
Le informazioni in esso contenute sono state scritte da medici professionisti, ma non possono e non devono in alcun modo sostituire una visita medica specialistica.
Se ritieni di sperimentare la sintomatologia della patologia descritta in quest'articolo, non iniziare autonomamente terapie, ma parlane subito con il tuo medico di fiducia.
Non impressionarti, non spaventarti ma altresì non sottovalutare nessun sintomo: rivolgiti sempre ad un medico.

Proctologo a Roma | Lecce | Latina | Milano
Il Dott. Attilio Nicastro è un chirurgo Colon Proctologo da anni specializzato nella diagnosi, nel trattamento e nella cura delle patologie che affliggono il colon, il retto e l'ano.
In oltre trent'anni di professione, ha ideato e sviluppato nuovi protocolli per la terapia riabilitativa della stipsi cronica, nonché di tutte le patologie che interessano la delicata zona del pavimento pelvico.
Il suo interesse chirurgico primario è, da sempre, orientato verso la bassa invasività e il rispetto dei tessuti del retto e del canale anale, affinché il paziente sperimenti un decorso post-operatorio privo di dolore.
Il suo costante miglioramento della tecnica di emorroidectomia escissionale (l'antica Milligan-Morgan), gli ha permesso di perfezionarla a tal punto da permettere un decorso a basso o nullo dolore, garantendo quindi un'emorroidectomia risolutiva, serena e non traumatica per il paziente.
Nel 2008, con la sua equipe, il Dott. Nicastro ha sviluppato il primo Videoproctoscopio Digitale: un macchinario diagnostico non invasivo per l'esplorazione a video del retto e dell'ano, che ha cambiato il classico approccio della proctoscopia basato sull'uso del rettoscopio.
Il Dott. Attilio Nicastro è Responsabile del Dipartimento di Colonproctologia dell'European Hospital di Roma e Responsabile dell'Unità Operativa di Colonproctologia presso il Marrelli Hospital di Crotone, convenzionato col Servizio Sanitario Nazionale.
Riceve nei suoi studi di Roma, Milano, Lecce, Latina e Lamezia Terme (CZ).
Per maggiori informazioni su tutte le attività di studio e ricerca del dottor Attilio Nicastro, puoi visionare il suo sito web attilionicastro.it oppure collegarti alla sua pagina personale Facebook seguendo questo indirizzo.
Hai bisogno di una visita col Dott. Attilio Nicastro in Calabria?
Chiama il centralino nazionale allo

Proctologo in Calabria
Vuoi prenotare online?
È facile e veloce grazie a MioDottore.it

Attilio Nicastro - MioDottore.it
Proctologo cura della stipsi e delle emorroidi
Il Dott. Attilio Nicastro ringrazia tutti i pazienti che lo hanno supportato con la loro fiducia per fargli vincere ancora una volta il MioDottore Awards nel 2020
I pazienti del Dott. Attilio Nicastro dicono:
‟Dottore eccezionale, veramente preparato.
Credo che, nel suo campo, sia davvero tra i migliori.
Grazie. "
Carla
‟Ero ansioso e preoccupato, soprattutto dopo tante visite e tanto dolore pregresso.
Che dire... Mi ha ridato veramente speranza!"
Stefano
‟Ormai sono in cura da lui da tanti anni, è praticamente un amico fidato, oltre che grande chirurgo."
Lorenza
Parla al Dott. Attilio Nicastro.
È qui per aiutarti.
Chiedi un aiuto al Dott. Attilio Nicastro.
Compila il modulo, e si metterà subito in contatto con te.
Tutti i campi con * sono obbligatori.


Questo modulo è protetto contro lo spam da Google Recaptcha

Se il form ti da problemi d'invio, manda un'email a
info[at]attilionicastro.it